< RITORNA A PAPER ART & DESIGN

Come fiori nel mondo

Davanti alla prospettiva di nuovo lockdown, la vera domanda che mi martella in testa è: "Cosa ha da insegnare ancora tutto questo?".

Penso che come tutte le altre, anche questa risposta ce la portiamo dentro, ognuno la propria: 7,8 miliardi di risposte diverse che rimbalzano, ruzzolano, rotolano dentro e fuori di noi, provocando il frastuono in cui siamo immersi. Forse, e aggiungo forse, non andrebbe meglio se invece che continuare a urlarle o a soffocarle, ci sforzassimo ad ascoltarle con un pò più di comprensione e gentilezza? Ma tant'è, aggiungo anche questo ai misteri per me insondabili.

 

Il modo in cui io al momento riesco a convivere con ciò che sta accadendo, è pensare che i prossimi mesi serviranno a investire pensieri, tempo ed energie verso i progetti on line che ho messo in moto, stando vicina alle persone a cui tengo davvero.

Volgendo lo sguardo indietro -solo per non rifare alcuni sbagli e prendere la rincorsa- ho ritrovato COME FIORI NEL MONDO: l'opera realizzata tra aprile e maggio, in pieno lockdown, con la quale ho partecipato a uno dei tre premi a cui mi sono candidata quest'estate.

Come ti ho raccontato non ne vinto nessuno, ma conta relativamente.

I nuovi tre obiettivi li ho ben chiari e nonostante tutto ho deciso che magari slittano, ma eccome se rimangono: il 26 novembe compio 48 anni e per cominciare mi regalo l'apertura dell' e-shop; la Paper & Flowers Academy si sta sempre più definendo; l'opera parteciperà alla mostra che organizzerà Loredana a Luzzana.

La guardo e sono orgogliosa di averla realizzata, perchè alla fine dei conti ciò che conta è quello che mi ha insegnato, quello che ha significato, quello che racchiude.

Nel caso possa interessarti, ecco una piccola scheda per ricordarlo, magari può avere un valore anche per te.

 

 

 

.       

I giorni scorsi ci hanno portato Halloween, Samhain, Luna Piena (blu), Ognissanti... in mezzo alla tanta -pure troppa- energia che si sta muovendo io riesco solo a  riconoscere di quante fini ed inizi, in fondo, siamo benedetti. Di quante possibilità di chiudere e di imparare, e poi di tornare a sognare e creare.
Immersi in una spirale, ripetiamo infiniti cicli per avvicinarci al nostro centro più vero. 

Quindi, rimboccandoci le maniche per l'ennesima volta, un passo alla volta andiamo avanti.

E facciamo il possibile per evitare di ritrovarci al punto di partenza.

 

 

CHLORIS - LA NEWSLETTER

Accedi al Giardino delle Farfalle e alle sue risorse esclusive

Ok, voglio fiorire!

Sei sei già iscritto? Accedi al Giardino delle Farfalle