< RITORNA A FIORI & OLTRE

E' (comunque) Primavera. E si inizia (comunque) a fiorire.

Primavera è una parola formata dai termini "prima" e "vera".

PRIMA deriva dal latino “primus”, VERA invece non è facile da ricostruire, racchiude influenze antichissime, ma è possibile ricondurla alla radice sanscrita "vas-" che significherebbe ardere, splendere. Parliamo quindi allo stesso tempo di un inizio, e di qualcosa di splendente e pieno di ardore.

E' difficile vederlo ora, lo so. Abito in Veneto, a non molti Km da una di quelle che il virus che sta girando il mondo ha identificato come "zona rossa" e il panico, i disagi, la crisi che sta provocando li sto osservando e attraversando tutti. Da vicino. Perciò lo so per davvero.

E so altrettanto bene che non abbiamo nessun potere su quello che fanno gli altri, ma lo abbiamo solo su quello che possiamo fare noi.

Perciò non aggiungo altro se non che quello che ho fatto, quello che ogni-santo-giorno cerco e cercherò di fare, è ricordarmi di fiorire.

Tanto più in Primavera quando Madre Natura è la prima che ci invita a farlo, tanto più in queste settimane che ci costringono a fermarci e a riflettere su chi siamo e cosa stiamo a fare in questo mondo, tanto più verso un futuro che -lo si voglia o no- ci vede sempre più connessi e quindi chiamati a fare con responsabilità e consapevolezza la nostra parte.

Allora eccomi qua.

Ho accettato una bellissima collaborazione e in questo Marzo 2020 io e i miei fiori siamo sulle 3 copertine di OCCHI (che vedi nella foto di copertina) e all'interno con questa intervista.

 

 

 

 

 

 

OCCHI è una rivista storica del mio territorio. Dal 1995 lavora nel bassanese, vicentino, alta padovana, trevigiano.
E' senza dubbio il free press più diffuso in Veneto grazie alle sue 80.000 copie divise in 4 edizioni e distribuite in oltre 3.000 punti nei vari territori: un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, dove si possono trovare, oltre agli annunci, più di 2000 appuntamenti in agenda. Ma non solo, ogni mese rubriche, approfondimenti sugli eventi e sulle persone legati al territorio.
 
E con orgoglio questo mese dentro ci sono anch'io. C'é Monica con i suoi Incartesimi che parla al territorio che conosce e che ama, perché parte della sua storia.
 
Un territorio che oggi più che mai rappresenta per me il Veneto, il Nord Italia, l'Italia intera e ogni più piccola parte del mondo scossa da qualsiasivoglia paura, a cui voglio inviare ogni benedizione e tutta la fiducia di cui sono capace.
Io riesco a farlo così... attraverso l'estetica, l'ispirazione e la suggestione che spero possano trasmettere i miei fiori vicini ad Alice Zen, una modella bella fuori quanto dentro, perfetta col trucco e parrucco di Ilaria Baggio. Gli scatti sono del grande Giò Tarantini, con cui stanno nascendo entusiasmanti progetti, nei fantastici spazi di Orvet, in una giornata resa possibile dalla professionalità e dall'efficenza degli OCCHI di Anna Zaccaria e del suo splendido team.
 
Ringraziando tutti per l'opportunità di aver potuto celebrare così questa indimenticabile Primavera, invito anche Te a trovare il Tuo modo di farlo.
Non significa praticare rituali o prendere chissà quale impegno... ma semplicemente accorgersi che nell'incessante cambiamento della vita è (comunque) Primavera e si inizia (comunque) a fiorire.
 
Buona rinascita.
 

CHLORIS - LA NEWSLETTER

Accedi al Giardino delle Farfalle e alle sue risorse esclusive

Ok, voglio fiorire!

Sei sei già iscritto? Accedi al Giardino delle Farfalle