< RITORNA A CREATIVITÀ & DINTORNI

Foglia nel vento: trasformare pensieri in creatività

Non so se lo sai ma il termine autunno, dal latino autumnus, significa "aumentare, arricchire": è la stagione in cui si raccolgono i frutti dell’estate, per farne scorta per l’inverno. Quella in cui abbondano i semi, indispensabili per dare vita alla futura vegetazione. Quella in cui cadono le foglie (nelle loro straordinarie sfumature) e le piante vanno in letargo, per difendersi dai mesi più freddi.

Ma il cambio stagione può influenzare molto l'umore e le emozioni. Questo in particolare (complice il freddo, i mutamenti della natura e la riduzione delle ore di luce) può stimolare stati d’animo di tristezza, malinconia, suscettibilità, fino a far sperimentare anche ansia e depressione.

 

Tu come lo vivi di solito?

 

Nonostante sia nata a Novembre, per me l'autunno (specie quello che vivi dentro) non è mai stato una stagione facile.

Dopo anni passati a cercare il modo di evitarla, ora lo affronto pensando che provare tristezza è naturale, quando si chiudono dei cicli di vita. 

E la malinconia che si attiva attraversando certi ricordi, è utile per apprendere le lezioni del passato e far tesoro delle esperienze che ci ha donato. 

Anche le più dolorose.

Se osserviamo Madre Natura, soprattutto nelle prime fasi dell’autunno, possiamo cogliere un messaggio (e un insegnamento) molto chiaro e potente.

 

Lascia andare e poi rinasci.

 

Gli alberi lasciano cadere le foglie e spostano la loro energia verso le radici per prepararsi ad accogliere le nuove gemme.

Le foglie che cadono, a loro volta, lasceranno i nutrienti essenziali per arricchire il terreno e alimentare le piante.

I semi scendono nelle profondità, per attivarsi lentamente e germogliare verso la superficie in primavera.

 

Se anche tu, come me, hai bisogno di trovare il modo per vivere al meglio questo autunno che ci avvolge, ti invito a fare almeno una di queste cose:

 

- concediti dei momenti di pausa e ozio, regolari, per rilassarti e ricaricarti

- passeggia all'aperto, possibilmente in Natura, per fare scorta di aria e di luce

- asseconda il bisogno di solitudine, e permettiti di ascoltare e capire di cosa hai davvero bisogno

- rendi accoglienti i tuoi spazi, per prenderti cura anche dell'ambiente in cui vivi

 

Per quest’ultimo invito, ti propongo questa semplice idea che ho trovato in rete, ottima per trasformare tutti questi pensieri in creatività:

 

 

 

 

Io l’ho realizzata e mentre la guardo sorrido, pensando che è davvero questo ciò che era necessario fare.

Liberarmi di ciò che è stato (ma non è più) e lasciarlo andare, come foglia nel vento, perché -semplicemente- il suo ciclo si è concluso.

E adesso occorre restare in questo ramo spoglio, che attende il freddo… ma sa che altre gemme arriveranno a coprirlo, in una nuova Primavera.

 

Ieri era l'11.11. E stanotte è Luna Piena in Toro.

Buon Novembre.

 

 

CHLORIS - LA NEWSLETTER

Accedi al Giardino delle Farfalle e alle sue risorse esclusive

Ok, voglio fiorire!

Sei sei già iscritto? Accedi al Giardino delle Farfalle